Come visitare Rocca Calascio senza turisti

Alzi la mano chi non hai mai visto almeno una foto di Rocca Calascio, set cinematografico di alcuni film famosi. Alzi la mano chi non ha mai desiderato visitarla. Se avete alzato la mano ad almeno una delle due domande, correte subito ai ripari! Chiudete gli occhi e immaginatevi davanti all’imponente Castello medievale: non vorreste visitare la Rocca di Calascio senza altri turisti per poterne cogliere tutta la magia?

Essendo uno dei luoghi più suggestivi dell’Abruzzo, è meta di tanti turisti. Nei periodi più turistici, è possibile dover fare la fila per visitarlo o attendere per scattare la foto dalla prospettiva migliore.

E’ quello che è successo a me!

Era il 15 agosto quando, dopo una mattinata passata a pedalare tra i borghi limitrofi, ho deciso di salire fino alla Rocca con la bicicletta.

La strada che parte da Calascio è caratterizzata da tornanti e il dislivello è notevole : la fatica si faceva sentire e il caldo di agosto non aiutava di certo.

Arrivata a destinazione, ho dovuto trasportare la bici tra turisti e sassi. A quel punto la mia pazienza era finita : questa situazione non mi faceva sentire di aver “vissuto” quel luogo magico.

vista su Rocca Calascio senza turisti

Come posso visitare la Rocca di Calascio senza turisti?

Sicuramente il modo migliore è programmare il viaggio in Abruzzo lontano dal periodo di Alta stagione. Ma si sa, non sempre è possibile, perché la maggior parte delle persone hanno le ferie a Luglio e/o Agosto.

Nei periodi più turistici, la strada principale da Calascio fino alla Rocca è chiusa al traffico delle auto dalle 8 alle 21.

Il mio segreto?

Salire all’alba e al tramonto

Se vuoi visitare Rocca Calascio senza (o pochissimi!) altri turisti, il mio consiglio è di approfittare dell’alba o del tramonto.

Se salite verso le 7 del mattino, parcheggiate la macchina alle pendici della Rocca, al limite massimo dell’accessibilità.

Attraversate il sonnolente borghetto di pietra e il sentiero che vi potrà direttamente alla vostra destinazione.

Appena girato l’angolo, vedrete apparire davanti ai vostri occhi la candida Chiesa di Santa Maria della Pietà. L’aura rosata dell’alba l’avvolge e la rende etera.

Sarete tra le poche persone presenti e potrete scattare le foto senza che nessuno passi davanti al vostro obiettivo, proprio nel momento in cui state per premere il tasto.

E’ proprio ciò che ho fatto io! Il giorno dopo essere salita in bici, sono ritornata all’alba. C’ero solo io e poche altre persone : forse si contavano sulle dita di una mano.

Il silenzio dominava sovrano e avvolgeva tutta la vallata, mentre il sole si alzava alto nel cielo.

Rocca Calascio Santa Maria della Pietà abruzzo

Come posso raggiungere la torre di vedetta?

Se proprio però non ve la sentite di alzarvi presto o non vi interessa visitarlo insieme a tante altre persone, ecco a voi le altre alternative.

Ognuno di voi potrà scegliere la soluzione più adatta per se stesso.

Trekking ad anello sulle vie del Tratturo Magno

Il percorso più affascinante per raggiungere la Rocca è anche il più tecnico. Attraverso un trekking di tipo escursionistico che parte da Santo Stefano di Sessanio, si arriva fino alla torre di vedetta.

Grazie a questa camminata, precorrerete una parte del Tratturo Magno dei pastori.

Potete trovare maggiori informazioni qui : Anello tra Santo Stefano di Sessanio, Castelvecchio Calvisio e Calascio

Navetta dall’antico Borgo di Calascio

Come vi anticipavo prima, nel periodo estivo, la strada da Calascio fino alla Rocca è chiusa al traffico. E’ però usufruire del servizio di navetta al costo di 2€ a tratta per persona

Non è possibile prenotare un orario di partenza o di ritorno, ma dovrete attendere in fila il vostro turno nelle apposite postazioni secondo l’ordine di arrivo.

Sentiero a piedi dall’antico Borgo di Calascio

Partendo dal borgo abruzzese, si può salire a piedi, attraverso un ripido sentiero che costeggia la strada di tornanti.

Io non l’ho percorso, ma sinceramente non lo consiglio, soprattutto quando c’è molto caldo e molta afa. Come per la strada principale, il dislivello è notevole ed è tutto in salita per un totale di circa 3 km. Essendo a bordo carreggiata, non si gode neanche di una vista spettacolare.

Tra le alternative, è quella che mi sento di sconsigliare.

Santa Maria della Pietà Abruzzo

 

E tu quale scegli?

Scopri altre 5 esperienze che puoi fare in Abruzzo, ai piedi del Gran Sasso : leggi qui!