5 cose imperdibili da vedere a Bologna in un giorno

State organizzando una gita fuori porta e la scelta è ricaduta sul capoluogo emiliano e allora volete capire cosa vedere a Bologna in un solo giorno! Finalmente dopo tanti colori regionali, siamo riuscite a realizzare il primo blog tour di Viaggi.cibo.Emilia. Il primo evento del progetto è stato organizzato dalla frizzante Giulia di social.food.love nella sua Bologna.

Siete pronti per scoprire quali sono le cose imperdibili della città rossa?

5 cose imperdibili da vedere a Bologna in un giorno

Chiesa della Madonna di Galliera e di San Filippo Neri

Lasciando la principale via dell’Indipendenza, girate in via Manzoni e a meno di 200 metri sulla vostra destra, troverete questa piccola chiesa.

Noi abbiamo girato in questa via incuriosite dalla famosa pasticceria che si trova di fronte alla chiesa, ma alla fine abbiamo scoperto questo piccolino gioiellino.

Sulla porta d’ingresso potrete leggere il nome “Chiesa dei Filippini – Madonna di Galliera e di San Filippo Neri“. Ammirerete la faccia in stile rinascimentale per poi entrare e scoprire i tesori barocchi che protegge: tra affreschi e dipinti il patrimonio è inestimabile e vi lascerà a bocca aperta.

della Madonna di Galliera e di San Filippo Neri

A fianco della Chiesa sorge l’Oratorio dedicato a San Filippo Neri. Il Santo ha lasciato il suo segno non solo a Bologna, ma anche a Parma, dove c’è l’Antica Farmacia San Filippo Neri.

Ghetto ebraico

Il Ghetto ebraico di Bologna sorge nel cuore della città medievale. Sorto già negli anni del 1500 quando lo Stato della Chiesa rinchiuse qui la comunità ebraica, conserva ancora la propria struttura originaria.

Quando ci siamo andate noi, era domenica quindi tutte le attività erano chiuse: se passate di qui durante un giorno feriale, potrete ammirare tutte le botteghe e i loro proprietari all’opera.

La via principale del Ghetto è via dell’Inferno dove si trova anche l’antica Sinagoga, su cui ora è affissa una lapide commemorativa.

ghetto ebraico cose da vedere a bologna in un giorno

Per conoscere tutta la storia del Ghetto in dettaglio, vi consiglio di leggere l’articolo della nostra Iole. Ma se siete in centro a Bologna, non potete di certo non passeggiare tra le vie di questo quartiere così intriso di storia e di sofferenze.

San Michele in Bosco e la vista mozzafiato su Bologna

Se dovessi chiudere gli occhi e immaginarmi Bologna, mi verrebbero in mente i profili delle case e dei monumenti, il suo colore rosso intenso, quasi bordeaux che si stagliava contro il cielo azzurro e rifletteva sotto i raggi del sole di maggio. Non avrei pensato a San Petronio o alla Fontana del Nettuno, ma alla vista su Bologna che si può ammirare dal Monastero di San Michele In Bosco.

Per arrivarci bisogna lasciare il centro città e salire sui primi colli bolognesi: ci si può arrivare a piedi oppure comodamente con l’autobus (che riporta direttamente in Stazione Centrale).

Se la mia migliore amica mi chiedesse “cosa posso vedere a Bologna in un giorno?”, le risponderei “devi andare assolutamente a vedere la città dall’alto da San Michele in Bosco: te ne innamorerai!”. Insomma, se sono qui a parlarvene è perché lo voglio consigliare anche a voi!

cose da vedere a bologna in un giorno san michele in bosco

Dall’alto potrete divertirvi a riconoscere tutti i monumenti più famosi della città oppure potrete farvi aiutare dalla cartina che ve li indica!

San Michele in Bosco ha anche una particolarità che noi non siamo riuscite a vedere, a causa delle chiusure Covid ancora in vigore. (un buon motivo per tornare!)

Se entrate dall’ingresso dell’Ospedale Rizzoli lì a fianco: sì, avete capito bene! vi troverete all’interno del complesso monastico. Qui noterete una finestrella che ha un particolarità! Per una questione di effetto ottico, più ci si avvicina più la torre degli Asinelli diventa piccola, più ci si allontana più si ingrandisce.

Io sono molto curiosa di vederlo con i miei occhi, e voi?

Finestrella di Via Piella

A pochi passi dal Ghetto Ebraico, nel cuore della Bologna medievale, è stata realizzata una piccola finestrella famosa con il nome di “finestrella di via Piella“. Il piccolo scorcio si affaccia sul Canale delle Moline, uno dei due rami in cui si divide il Canale Reno. Di recente costruzione, è diventata in soli 25 anni un luogo amato dai turisti tanto da meritarsi l’appellativo di “piccola Venezia“.

finestrella di via piella bologna

Sul canale ci si può affacciare anche da via Oberdan, dove troverete tanti lucchetti, come sul ponte Milvio a Roma.

In questa zone troverete anche tanti ristoranti ed osterie dove mangiare con buon pranzo bolognese.

Street art in via del Pratello

Per gli amanti della movida e degli aperitivi, non posso che consigliare di concludere la giornata bolognese in via del Pratello sorseggiando uno spritz, un moscow mule o un cocktail di vostro gradimento. Oltre ad essere uno dei quartieri più giovanili e effervescenti di Bologna, spesso frequentato dagli studenti universitari, è anche uno dei quartieri più colorati.

Questa via lunga poco più di 600 metri, offre una vasta scelta tra bar, osterie, ristorante, take away e birrerie per tutti i gusti!

Infatti le serrande dei locali sono tutte dipinti con bellissime opere di street art. Potrete ammirare volti di giovani donne o di anziani che sembrano quasi reali, murales di “protesta” sia in senso civico che ambientale oppure personaggi storici che hanno segnato il passato della citt

cose da vedere a bologna in un giorno
street art via del pratello bologna
anziano street art via del pratello
donna del passato via del pradello

Ma perché proprio in questa via? Sotto l’immagine festaiola, si nasconde un passato molto movimentato: a partire dagli anni ’60 vide nascere movimenti politici e iniziative culturali che sfociarono in scontri con le forze armate negli anni ’70. Negli anni caldi del ‘900 Via del Pratello fu la culla della gioventù socialmente e politicamente impegnata.

Per chi ama la street art, è tra le cose da vedere a Bologna per chi ha a disposizione un solo giorno. Tutti i suoi colori esplodono quando le serrande delle attività sono abbassate e il suo fascino è maggiore.

Avete annotato tutto?

Viaggi.cibo.Emilia: le bellezze da vedere a Bologna in un giorno

Nel suo articolo Giulia vi racconta tutta la nostra giornata insieme! Che bello è stato conoscerci! Leggete il suo articolo per sapere il programma completo!

Come vi dicevo prima, Iole invece ci racconta Bologna vista dagli occhi di una guida turistica, vi lascio anche qui il link del suo articolo.

La prossima settimana uscirà l’articolo di Giovanna- Emiliana per Passione dedicato al cibo per concludere i nostri racconti su questa fantastica giornata passata insieme. Non perdetevelo!

Vi lascio anche il link della pagina dove troverete tutti gli articoli già pubblicati di #viaggiciboemilia se ve li siete persi o volete conoscere di più il progetto.